Sistema Gioco Italia logo
Sistema Gioco Italia logo

LA SITUAZIONE IN ITALIA

La legge italiana e gli obblighi per i Concessionari

I concessionari autorizzati alla raccolta del gioco con vincita in denaro sono da sempre obbligati dalle stesse convenzioni di concessione stipulate con l’Agenzia dei Monopoli e delle Dogane a tutelare il giocatore ed a prevenire comportamenti riconducibili al gioco d’azzardo patologico.

Accanto alle convenzioni di concessione, nell’ultimo biennio, i concessionari hanno avviato una serie di iniziative che, in alcuni casi, hanno anche anticipato alcune previsioni di legge, come nel caso del "Decreto legge Balduzzi", con riferimento ad una revisione della disciplina pubblicitaria.

Le principali iniziative della Federazione

In un clima di ostilità mediatica che è cresciuto parallelamente all’aumento dell’offerta di gioco sul territorio a sua volta principalmente dovuto all’emersione dell’offerta di gioco illegale, i concessionari aderenti a Sistema Gioco Italia,  si sono da un lato impegnati in iniziative e campagne di informazione e sensibilizzazione, finalizzate alla promozione del gioco responsabile e di divieto di gioco ai minori, e dall’altro all’adozione di regole comuni e trasparenti in tema di comunicazione.

Pubblicità:

Confindustria Sistema Gioco Italia, la federazione di filiera dell’industria del gioco e dell’intrattenimento ha elaborato, in collaborazione con l’Istituto dell’Autodisciplina
Pubblicitaria (IAP), linee guida per la comunicazione commerciale del settore, ispirate ai principi di trasparenza e rispetto nei confronti dei consumatori e alla tutela dei minori. Le linee guida sono state inserite all’interno dell’ultima edizione del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale dello IAP (articolo 28 ter). Istituito per la prima volta nel 1966, il Codice è oggi adottato da importanti associazioni ed enti che rappresentano circa l’80% dell'investimento totale nel settore pubblicitario in Italia. Frutto di un percorso avviato nel 2012 da Sistema Gioco Italia, le nuove regole per la pubblicità del settore erano già state presentate lo scorso aprile ad AAMS e alla XII Commissione Affari Sociali della Camera.
L’iniziativa di Sistema Gioco Italia è finalizzata ad individuare con le istituzioni un percorso comune che porti all’adozione del codice da parte di tutti i concessionari che operano in Italia.

La Federazione ha inoltre recentemente adottato le “Linee Guida in materia di pubblicità”.
Tali regole, per la redazione delle quali si è preventivamente confrontata con i rappresentati delle principali televisioni e concessionarie di pubblicità, sono obbligatorie per tutti gli associati della federazione nelle loro future azioni di carattere pubblicitario, ed hanno lo scopo di fornire uno strumento tecnico inequivocabile nell'ideazione, sviluppo e pianificazione di campagne pubblicitarie nel settore del gioco. 

All’interno delle Linee Guida sono sostanzialmente approfonditi e resi più stringenti i limiti imposti in maniera generica dal DDL Balduzzi, rafforzando ulteriormente l'auto-regolamentazione che la federazione e i suoi associati si sono imposti di rispettare in maniera precisa attraverso 7 nuove direttive che sono frutto di una condivisione dei principi etici e professionali di tutti gli associati.

Ricerche:

I concessionari aderenti a Sistema Gioco Italia hanno da tempo avviato progetti di ricerca, anche congiunti, in collaborazione con importanti Università italiane e centri di ricerca al fine di individuare e definire i comportamenti a rischio dei giocatori e le eventuali proposte di intervento.

Tra queste, sono degne di nota le due ricerche condotte dal Censis “Gioco Ergo Sum” di cui è possibile prendere visione scaricando il file 

Assistenza al giocatore:

Sono state attivate linee telefoniche (help desk gratuiti) e servizi online attraverso i quali è possibile richiedere ad esperti informazioni e consigli sul gioco responsabile. In questo ambito i Concessionari si sono avvalsi ad esempio della collaborazione della Federserd (Federazione Italiana degli operatori dei dipartimenti e dei Servizi delle Dipendenze) e dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano e del, CENTRO D' ASCOLTO PSICOLOGICO NAZIONALE GAME OVER.

Per maggiori informazioni si rimanda al sito www.giocaresponsabile.it

Divieto di gioco ai minori:

I concessionari hanno avviato forme di sensibilizzazione e di comunicazione relative al divieto di gioco ai minori, anticipando in alcuni casi gli effetti dell’entrata in vigore delle prime normative sul tema (legge di stabilità 2011).
I punti vendita sono stati informati e sensibilizzati sul divieto, anche attraverso materiale informativo e formativo finalizzato a contrastare il gioco minorile. In ogni materiale di gioco è stato inserito il logo +18, simbolo della campagna di sensibilizzazione per il divieto del gioco da parte dei minori di anni 18.
Per i giochi online, la legge dispone l’attivazione di un sistema di verifica immediata dell’identità e dell’età del giocatore tramite il controllo del codice fiscale inserito con quello della banca dati dell’anagrafe italiana, volto a consentire l’accesso al gioco ai soli maggiorenni. Sempre sul gioco on line sono stati inoltre inseriti, su tutti i siti di accesso al gioco, meccanismi di auto esclusione e auto limitazione del gioco.

Comunicazione e Formazione sul gioco responsabile:

Tutti i Concessionari aderenti a SGI promuovono il Gioco responsabile e il divieto al gioco dei minori attraverso un’attenta formazione del personale di sala nonché attraverso campagne di comunicazione mirate su stampa, tv e siti internet. Tra queste ultime è sicuramente degna di nota la campagna che ha visto il coinvolgimento del  Moige (Movimento Nazionale Genitori) dedicata alla diffusione della cultura di divieto del gioco da parte dei minori (la campagna + 18) .


Consenso all’utilizzo dei cookie al primo accesso al sito web Sistema Gioco Italia

Sistema Gioco Italia usa i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle un’eccellente esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Cliccando su accetta o chiudendo questo banner, lei acconsente all'utilizzo dei cookie.

ACCETTA X